Patto educativo

Patto di corresponsabilità scuola – famiglia

La formazione culturale e civica degli alunni è difficile senza la collaborazione delle famiglie e degli stessi interessati. A tal fine la scuola ha elaborato questo patto di corresponsabilità per creare una reale collaborazione tra le varie componenti scolastiche, il cui fine è il raggiungimento del successo scolastico e formativo degli allievi.

Questo patto si fonda sull’assunzione dei seguenti impegni:

I genitori si impegnano:

  • a controllare che i propri figli frequentino regolarmente le lezioni, rispettando l’orario di entrata, ed adempiano agli obblighi di studio
  • ad informarsi regolarmente sull’andamento didattico disciplinare dei propri figli e a collaborare con gli insegnanti al fine di individuare attitudini / potenzialità o disagio/difficoltà degli alunni
  • a partecipare ai momenti della vita democratica della scuola (elezioni scolastiche e riunioni degli organi collegiali)
  • ad utilizzare gli strumenti messi a disposizione dalla scuola per poter seguire l’andamento scolastico dei propri figli
  • a collaborare con gli insegnanti per l’attuazione di eventuali strategie di recupero ed approfondimento
  • a far capire al proprio figlio che i provvedimenti disciplinari hanno finalità educativa, tendono al rafforzamento del senso di responsabilità ed al ripristino di rapporti corretti all’interno della comunità scolastica
  • a prestare attenzione e verificare quotidianamente che il figlio abbia svolto i compiti assegnati
  • a evitare di sostituirsi ai figli nell’esecuzione dei compiti

Gli alunni si impegnano:

  • a frequentare regolarmente le lezioni e ad adempiere assiduamente agli obblighi di studio
  • agire e partecipare in modo costruttivo alle diverse attività della scuola
  • a tenere a scuola un comportamento corretto e rispettoso sia delle persone che delle cose
  • a rispettare il regolamento della scuola
  • a partecipare alle attività scolastiche con serietà, profitto ed impegno assiduo per raggiungere gli obiettivi formativi e didattici
  • a considerare l’insegnante come una persona in grado di aiutarlo a superare le difficoltà
  • a eseguire regolarmente ed in maniera appropriata i compiti assegnati
  • ad auto valutarsi e apportare gli utili correttivi al proprio impegno scolastico e alle proprie modalità di studio
  • a chiedere spiegazioni e chiarimenti su concetti, argomenti, aspetti non adeguatamente compresi
  • a considerare le sanzioni come momento di riflessione sui propri errori e su comportamenti non corretti

Gli insegnanti si impegnano:

  • ad arricchire ed aggiornare la propria formazione professionale e culturale
  • ad effettuare valutazioni trasparenti e tempestive, nonché ad attribuire i voti nel momento della valutazione
  • a contribuire alla socializzazione ed all’integrazione nel gruppo classe
  • a coinvolgere l’alunno nell’elaborazione delle regole necessarie alla vita in comune
  • a collaborare con i genitori sul piano educativo, attraverso una varietà di informazioni formali ed informali al fine di sviluppare un clima costruttivo fra famiglia e scuola

La Scuola si impegna:

  • a fornire alle famiglie strumenti efficaci per seguire i propri figli nel percorso educativo
  • a prendere in considerazione e valutare le proposte, le osservazioni e le considerazioni dei genitori e degli studenti
  • a supportare gli alunni mettendo a loro disposizione strumenti didattici il più possibile innovativi
  • a sviluppare il bilancio partecipativo al fine di rendere totalmente trasparente l’azione amministrativa
  • a garantire il diritto alla privacy relativamente alla gestione dei dati collegati al mondo scolastico
  • a ricercare e costruire con i genitori una comunicazione diretta e reciproca fatta di ascolto, rispetto, fiducia e motivando i provvedimenti presi
  • a prendere in considerazione con attenzione e rispetto i suggerimenti e le critiche costruttive provenienti da alunni e famiglie
  • a rafforzare il senso di responsabilità e mantenere l’osservanza delle norme di sicurezza da parte di operatori e studenti
  • a rispettare e far rispettare le norme di comportamento, le prescrizioni e i divieti
  • a creare situazioni di apprendimento in cui gli studenti possano costruire un sapere unitario: sapere, saper fare, saper essere
  • a offrire agli studenti una preparazione adeguata e qualificata anche in relazione ai passaggi di ordine scolastico
  • a garantire a tutti gli studenti le stesse opportunità scolastiche, rispettando i diversi ritmi di apprendimento degli alunni e gratificandone i miglioramenti
  • a sviluppare progressivamente negli studenti un metodo di studio autonomo, efficace e produttivo
  • a promuovere attività di recupero per gli alunni in difficoltà e potenziare le aree di eccellenza
  • a favorire negli studenti lo sviluppo di interesse e curiosità per la realtà socioculturale del proprio territorio e del mondo in cui vivono
  • a accogliere eventuali proposte condivisibili di elementi educativi per una efficace azione comune nella didattica, provenienti sia dagli alunni che dalle famiglie
  • a mantenere tra gli insegnanti una coerenza di comportamento nei confronti degli studenti
  • a considerare le sanzioni disciplinari come un momento educativo di richiamo agli studenti alle proprie responsabilità e ai propri doveri
  • a favorire l’aggiornamento e la formazione delle varie componenti al fine di poter garantire un servizio efficiente ed efficace, anche promovendo l’utilizzo comunicativo delle nuove tecnologie
  • a programmare le verifiche solo al termine di un adeguato percorso didattico
  • a spiegare i criteri che si seguono per la valutazione delle verifiche e garantire l’informazione relativa all’andamento scolastico e disciplinare dello studente
  • a provvedere alla correzione delle prove di verifica in modo chiaro e tempestivo
  • a attivare processi di autovalutazione negli studenti
  • a distribuire e calibrare i carichi di studio nell’arco della settimana e fra le diverse discipline
  • a verificare quotidianamente l’adempimento delle consegne ricevute per abituare gli studenti ad una corretta responsabilità.

La Scuola adotta una serie di interventi per migliorare l’offerta formativa integrando attività, servizi e prodotti definendo un unico livello di servizio per tutti gli alunni in particolare e solo a titolo di esempio:

  • colloquio digitale con la famiglia
  • registro elettronico
  • lezioni digitali
  • tutoraggio con docenti madrelingua
  • assicurazione alunni (non viene considerato il costo amministrativo che rimane in carico alla scuola per agevolare la famiglia)
  • sms assenze, voti e note di condotta
  • aula di apprendimento fra pari (ai fini di eliminare i costi delle ripetizioni e di rendere utili le ore buche)
  • progetto di Aula Agorà
  • progetto di E-commerce
  • progetto di Gestione della Scuola Digitale
  • progetto libri digitali

quanto sopra rientra nei dettami della legge 749 del 15 maggio 1924 art. 53 e nell’art. 9 del Regolamento di contabilità per le scuole dell’autonomia, D.I. 1.2.2001 n. 44, nonché nell’art. 16 del Regolamento dell’autonomia scolastica, D.P.R. 8.3.1999 n. 275, rendendo lecito da parte dell’istituto di richiedere un contributo per i servizi proposti di euro 50, detraibile dall’imposta sul reddito, nella misura del 19%, in quanto erogazione liberale a favore degli istituti scolastici di ogni ordine e grado, finalizzata all’innovazione tecnologica, all’edilizia scolastica e all’ampliamento dell’offerta formativa.

Il genitore/affidatario nel sottoscrivere questo patto è consapevole che:

  1. Le infrazioni disciplinari da parte del proprio figlio danno luogo a sanzioni disciplinari
  2. Il Regolamento di Istituto disciplina le modalità di erogazione delle sanzioni disciplinari e di impugnazione.

Le parti, garantiscono il rispetto degli impegni assunti con la sottoscrizione del presente documento.

Il Patto ha validità per tutta la durata dell’iscrizione e della frequenza a scuola dello studente.

La modifica e/o integrazione del testo comporterà la sottoscrizione di un nuovo accordo tra le parti.

Per la Scuola

IL DIRIGENTE SCOLASTICO LO STUDENTE I GENITORI
……………………………………………. ……………………………………………. …………………………………………….